masturbazione

Masturbarsi fa bene o fa male?

Alcuni personaggi del mondo dei pick up artist si sono cimentati ad una serie di esperimenti per chiarire gli effetti della masturbazione/non masturbazione

C’è una teoria infatti, che dice: meno ci si masturba (più ci si astiene dall’eiaculazione) e più sarà facile conquistare ed attrarre una donna. C’è chi pensa sia merito del testosterone, chi invece dice che è solo una questione di eccitazione… vediamo quindi di analizzare tutte le possibilità.

L’esperimento personale (Savage)

Dopo alcune settimane di astinenza, la prima cosa che ha avvertito (ovviamente) è stata una sensazione di un’eccitazione maggiore: quella sensazione e “tensione” però, sembra averlo spinto a parlare con più ragazze e a fare più allusioni e doppi sensi sessuali facendo capire le sue reali intenzioni invece di tenere dei discorsi anonimi e amichevoli.

La seconda importante osservazione, è stato il livello di MOTIVAZIONE. Non solo il voler uscire e conoscere nuove ragazze era aumentato, ma era diventato più motivato a compiere altre attività in tutti i campi della sua vita: come l’esercizio fisico, scrivere, e altre attività produttive al lavoro… l’opposto di quello che succedeva quando si  masturbava in periodi costanti: si siedeva sul divano a guardare la tv o andava su internet… per masturbarsi 😉

Gli effetti dell’eiaculazione sui livelli di Testosterone

Che cos’è innanzitutto il testosterone? Ecco alcuni estratti fondamentali di Wikipedia:

Il testosterone è un ormone steroideo del gruppo androgeno prodotto principalmente dalle cellule di Leydig situate nei testicoli. Nell’uomo adulto, i livelli di testosterone hanno un ruolo fondamentale per quanto riguarda la fertilità, la buona salute e la vitalità; contribuisce a garantire la fertilità, in quanto agisce sulla maturazione degli spermatozoi nei testicoli. Il testosterone regola anche il desiderio, l’erezione e la soddisfazione sessuale: ha, infatti, la funzione di “mettere in sincronia” il desiderio sessuale con l’atto sessuale vero e proprio, regolando l’inizio e la fine dell’erezione del pene.

In sostanza, il testosterone è ciò che rende un uomo, un uomo: è responsabile dello sviluppo dei muscoli e del fisico in generale ( una caratteristica usuale nel maschio alpha) ed inoltre crea la libido e quello che viene comunemente chiamato sex-drive (impulso sessuale diciamo).

Ma il testosterone cos’ha a che fare con la masturbazione? Essendo prodotto nei testicoli, quando si eiacula, una parte di quel testosterone viene rilasciato e si va a far benedire. Questo va benissimo se avviene attraverso un rapporto sessuale con la tua partner (che dovrebbe essere la situazione standard), non va altrettanto bene se la masturbazione cronica ti annienta il testosterone e limita il tuo reale potenziale sessuale.

Nel 2003 c’è stata una ricerca sulla relazione tra l’astinenza dell’eiaculazione e i livelli di testosterone  (http://www.ncbi.nlm.nih.gov/pubmed/12659241?dopt=Abstract) e si è osservato che c’era un graduale aumento di livello dal 1° al 5°giorno, ma il 6° e il 7° cè stato un picco del 147%! Dopo il settimo giorno i livelli sono tornati alla normalità, questo ci dimostra quindi che 7 giorni è il tempo massimo per raggiungere il nostro picco di quantità di testosterone (o come alcuni dicono “scusami ma sono programmato per eiaculare ogni 7 giorni” ;-))

testosterone_chart-300x225

In un’altra pubblicazione, la famosissima “Gazzetta scandinava della psicologia” (http://www3.interscience.wiley.com/journal/118874269/abstract), sono stati studiati gli effetti e le fasi della stanchezza della post-eiaculazione sui topi (so che alcuni di voi vorranno fare gli scienziati adesso… forse alcuni i topi ;-)). Uno dei risultati emersi è che dopo 4 giorni solo il 63% dei maschi mostrava un comportamento sessuale attivo, mentre dopo 7 giorni c’era un’orgia generale tra topolone. Questo conferma un’altra volta la teoria che 7 giorni sono sufficienti per arrivare alla massima concentrazione di testosterone.

Probabilmente dal 5° al 7° giorno è il periodo ideale per rimorchiare 😉 ora anche noi possiamo finalmente dire che abbiamo le nostre cose! (e giustificarci su tutto)

Teoria 1: La Pistola SCarica

rambo-water-gun-510

Hai mai visto la scena di “Tutti pazzi per Mary” dove si parla del “non uscire mai ad un appuntamento con la pistola carica”?

La teoria della pistola carica afferma che masturbarsi prima di uscire con qualche donna ti lascia più tranquillo e rilassato invce che nervoso… presumibilmente questo stato di calma ti impedisce di fare cose stupide e quindi può essere d’aiuto nella fase di attrazione…

Secondo me l’obiettivo dovrebbe essere quello di AVERE la pistola carica, se no cosa spari? Essendo un maschio alfa, non ti fai cogliere dal nervosismo estremo stereotipato di Ben Stiller… se non altro il controllo dell’astinenza sessuale sembra che renda più fiduciosi e motivati nelle interazioni femminili.

BOTTONE-SESSO

Teoria 2: L’astinenza

In un episodio di una serie tv commedia (Seinfeld), il protagonista rimane in astinenza perchè la sua ragazza ha la mononucleosi e questo lo porta ad iniziare a studiare e a trasformarsi presto in un genio. La sua teoria è che non essendo distratto dal sesso, il suo cervello di uomo è in grado di concentrarsi su altre attività in modo più produttivo.

Forse questo è per metà vero: non penso infatti che l’astinenza distolga l’attenzione dal sesso, anzi lo amplifica…. non penso esista un uomo etero che possa non essere distratto dal sesso, soprattutto se è in astinenza da 7 giorni… invece il fatto che “psicologicamente” in qualche modo, veniamo portati a fare con più entusiasmo altre attività può essere vero.

Gli effetti dell’eiaculazione sui livelli di Dopamina

Anche qui, cos’è la Dopamina?

La Dopamina è un neurotrasmettitore che risiede nel cervello ed è essenziale per il normale funzionamento del sistema nervoso centrale. La dopamina ha molte funzioni nel cervello, gioca un ruolo importante nel comportamento, cognizione, movimento volontario, motivazione, punizione e soddisfazione, nell’inibizione della produzione di prolattina (coinvolta nell’allattamento materno e nella gratificazione sessuale), sonno, umore, attenzione, memoria di lavoro e di apprendimento.

Praticamente la dopamina, ha un ruolo fondamentale sul funzionamento del nostro sistema nervoso, sopratutto nel procurarci gli orgasmi: quando eiaculiamo infatti, il nostro cervello rilascia un pò di dopamina che ci fa provare quella sensazione come se fosse una droga euforica. Tuttavia, come si legge anche dalla definizione sopra, la dopamina svolge altre funzioni in altre zone del sistema nervoso che sono fondamentali per la nostra vita quotidiana come il sonno, l’umore, l’apprendimento, la motivazione, ecc…

La dopamina viene utilizzata dal nostro corpo come se fosse una auto-ricompensa. Per esempio se mangi qualcosa di buono, il cervello ti premia con una piccola quantità di dopamina, contribuendo così a rafforzare un comportamento che, secondo il corpo, viene ritenuto una cosa giusta. La stessa cosa vale per il sesso, in quanto siamo strettamente collegati alla riproduzione… e l’unico modo che abbiamo per farlo e accoppiarci con persone del sesso opposto ed il nostro corpo ci ricompenserà con una grossa scarica di dopamina (orgasmo) per premiare il nostro comportamento.

(già vedo i più furbi “Ma amore non è colpa mia! E’ stata la dopamina!”

E’ anche importante notare che quando i livelli di dopamina sono bassi, si ha un effetto negativo su tutte le altre aree del sistema nervoso centrale che si basano sulla dopamina per funzionare in maniera corretta. Ad esempio, uno studio pubblicato sull’ American Journal of Psychology (http://ajp.psychiatryonline.org/cgi/content/full/162/9/1755) ha dimostrato gli effetti su dei volontari (uomini) che hanno abbassato il loro livello di dopamina per 42 ore: uomini in buona salute hanno cominciato ad avere sindromi ossessive-compulsive, confusione mentale, ansia e depressione.

Si potrebbe quindi dire che eiaculare troppo, fino al punto di esaurire i livelli di dopamina regolarmente, ha un effetto negativo sullo stile di vita quotidiano.

La Teoria del Rinforzo nel comportamento Eiaculativo

Se un uomo è abbastanza motivato, attuerà dei comportamenti per diventare un alpha male e di conseguenza attirerà delle bellissime donne. Questo lo condurrà probabilmente ad andare a letto con qualcuna e verrà premiato con degli orgasmi. Questo premio lo porterà a comportarsi ancora di più in maniera alpha inducendolo a migliorare ulteriormente, ad andare a letto ancora con delle ragazze, continuando così un ciclo continuo.

Se un uomo è pigro e non studia la seduzione, e la masturbazione è la principale base della sua attività sessuale, crea delle innaturali e  false ricompense. Si finge di creare delle qualità alpha quando in realtà si stanno creando dei veri e propri “ripieghi” beta. Questo ciclo si instaura purtroppo soddisfandosi con l’atto sessuale invece di andare a ricercare i propri ideali femminili.

La Conclusione Sulla Masturbazione Maschile

pesce-sega-2_big

Recentemente, Danavir Goswami cita nelle sue ricerche un “impoverimento ormonale” e Piccus invece parla del rilascio della “Prolattina” nella masturbazione… Donna Eden dice che prosciuga il “bridge” …

Se sei arrivato fino a qui potresti pensare che tutti sono contro la masturbazione, ma non è così: questo è un argomento molto discutibile e so che qualcuno dirà che masturbarsi è la cosa più naturale di questo mondo e che dio non ci avrebbe dato delle braccia così lunghe se non voleva che ci toccassimo 🙂 Esiste anche un lato della medaglia positivo: puoi in realtà migliorare la tua vita sessuale se usi la masturbazione come esercizio specifico per allenare il tuo pene!

La Teoria del Settimo Giorno

Altri invece, seguendo questo topic, possono iniziare a seguire LA VIA DEL SETTIMO GIORNO, cioè di masturbarsi solo se non hanno avuto REALI rapporti sessuali con una ragazza AL MASSIMO 1 VOLTA OGNI 7 GIORNI (meglio se senza porno).

****************** Sondaggio ****************

Masturbandoti SOLO alla Domenica, cosa è successo?

View Results

Loading ... Loading ...

***********************************************

E il settimo giorno, Dio… risparmiò i gatti

masturbarti uccide i gatti

Se hai “bisogno” di masturbarti, usi internet e non riesci a stare senza porno per qualche mese, potresti avere una dipendenza: leggi la parte 2

Davide bRiOz

18 Responses to “Gli effetti della Masturbazione Maschile nell’Attrarre le Donne”

  1. donkyshot

    L’unica cosa che desidero è avere una ragazza/donna che mi piaccia,mi piacerebbe riuscire a rimorchiare anche la prima volta come fanno molti.Ormai ho 36 anni, da almeno 8 anni non frequento nessuna, è una vera “disperazione”, vado anche 1-2 volte al mese dalla psicologa.

  2. Kalimbo Kalimbodelsol

    In realtà sono capitato qui perché volevo capire la correlazione tra testosterone , ossitocina , rilascio e stoccaggio naturale di questi ormoni nell’organismo per pianificare allenamenti e riposo (ogni tanto) per massimizzare naturalmente i risultati sportivi.

    Da quel che ho capito toccherebbe guardare qualche pornazzo senza toccarsi.
    Facevo una cosa simile quando al posto del triathlon facevo body building.
    Dopo una settimana prendevo a morsi i pesi.. XD.quindi non proprio consigliabile.

    Sul discorso premi e falsi premi , maschio alfa, beta teta e meta ti dirò che c’é un solo modo per avere rapporti sessualità vari e continui.
    Se chiamm portafogli.
    Te lo dice uno che fa triathlon , atletica e 4-5 ore di allenamento al giorno.

    Più che premi vari (acquistabili anche con moneta o carta di credito..) é difficile trovare qualcuno che ti voglia sempre, così come sei e all’altezza delle aspettative.

    Tutto il resto praticamente si compra, o si Baratta in un modo o nell’altro.
    (Spiegalo bene ai gatti che si salvano)

    Ps:l’eccesso di testosterone e repressione sessuale chissà quante guerre ha provocato.(quindi evviva selen)

    Dipendenza?ora mando un cv a redtube.
    Magari é la volta buona che mi assume Amazon. ..
    XD

  3. Androgologia

    Attenzione, masturbarsi spesso riduce il testosterone. Il maschio può avere, da 3,5 a 8,5 di testosterone, se avete il testosterone a 3,8/4,0 non masturbarti spesso. La masturbazione viene fatta per regolare il testosterone,se è al picco/ al limite. Il testosterone basso;
    Spossatezza, stanchezza, insonnia, tic improvvisi, battiti cardiaci accellerati, ansia, stress nervoso. Testosterone alto; infarto, ictus, battiti cardiaci alterati, molto sonno, nervoso improvviso, aggressività.
    ———-
    Fate l’analisi del dosaggio ormonale se siete curiosi (costo di 120€)

Leave a Reply